alimentazione-in-estate

Alimentazione in Estate: consigli per una dieta a prova di caldo 

Tags: Magazine

Con l’approssimarsi della stagione estiva, curare l’alimentazione è importante per fronteggiare il caldo e mantenere uno stato di salute equilibrato. 

Infatti, una delle problematiche più comuni del periodo concerne la disidratazione, dovuta alle alte temperature, che può indurre a un deterioramento del benessere psico-fisico dell’individuo. Spossatezza, capogiri e senso di affaticamento generalizzato sono alcuni dei sintomi che il corpo potrebbe accusare nel corso della bella stagione, rendendo estenuante lo svolgersi degli impegni quotidiani. 

Per tale ragione diviene fondamentale prestare particolare cura al cibo che si sceglie di mangiare, così come non dovrà essere trascurata l’idratazione, che determina l’introduzione di sali minerali e vitamine utili a riequilibrare il fabbisogno nutritivo giornaliero. 

La necessità di cambiare dieta è appoggiata dai ritmi frenetici delle giornate estive, che rispetto al resto dell’anno sono maggiormente orientate al ritrovo sociale e situazioni di convivialità, che possono indurre, talvolta, all’abuso di alcol e a stili di vita grossolani che potrebbero sconquassare lo stato di benessere generale di un individuo. 

Inoltre, il caldo contribuisce a rallentare il processo metabolico, quindi digestivo degli alimenti ingeriti. Nel corso della calda stagione, infatti, è espressamente consigliato il consumo di alimenti più leggeri e freschi, che contribuiscano a mantenere ben idratato il corpo ed a non appesantirlo ulteriormente, onde evitare di dare man forte agli effetti negativi delle alte temperature.

Vediamo allora quali sono i consigli degli esperti, che come ogni anno ci ricordano di prestare attenzione allo stile di vita adottato durante l’estate, a maggior ragione per bambini, anziani e donne in gravidanza che, essendo i soggetti più fragili, rappresentano la fetta di popolazione maggiormente esposta alle minacce della stagione. 

Estate, cosa mangiare

Gustare un bel piatto di carbonara, per quanto squisito possa essere, non è la scelta ideale da fare quando la città soffoca nel raggio rovente dell’alta pressione. 

Ciò non significa dover rinunciare in maniera categorica ai piatti sfiziosi della nostra cucina, quanto, più semplicemente, riadattare la propria dieta alle esigenze della stagione, onde evitare di viverla male. 

Secondo la comunità scientifica, gli alimenti da prediligere per affrontare le alte temperature della stagione, sono quelli dotati di un maggiore apporto idrico e capaci di fornire tutti i macronutrienti essenziali utili al benestare giornaliero. 

Alimenti che contengono carboidrati, proteine, grassi e zuccheri non vanno assolutamente evitati, né sostituiti, ma devono continuare a far parte della dieta anche in estate, in quanto sono responsabili della riserva energetica della quale gode un individuo in salute. 

Quindi bisognerà selezionare, con riguardo, i cibi più salutari da ingerire, come frutta e verdura che, essendo naturalmente ricchi di acqua, vitamine e minerali, costituiscono gli ingredienti principali nella ricetta del benessere estivo. 

Andando più nello specifico, il vademecum di una corretta alimentazione estiva rispetta i seguenti parametri: 

  • Limitare il consumo di piatti elaborati e ricchi di grassi, per preferire cotture semplici e leggere; 
  • Bere almeno 2 litri d’acqua al giorno, al fine di mantenere un apporto idrico adeguato che bilanci le perdite causate dalla sudorazione; 
  • Mangiare tanta frutta, fonte inesauribile di vitamine, ricordando di non sostituirla ai pasti;
  • Evitare di eccedere nel consumo di carne rossa, per preferire carni più magre, come pollo e pesce; 
  • Preferire il consumo di verdure di stagione, legumi, yogurt, frutta secca e cereali integrali, che stimolano il processo digestivo;
  • Moderare il consumo di alcolici, che favorisce la disidratazione; 
  • Limitare il consumo di sale, che infiacchirebbe il sistema cardiocircolatorio, già provato dal caldo, e incoraggerebbe la ritenzione idrica;
  • Non cedere alla sedentarietà, per continuare a praticare sport ed attività fisica;
  • Prestare attenzione alla modalità di conservazione del cibo, poiché il caldo è fonte responsabile della proliferazione batterica. 

Detto ciò, è importante sottolineare l’importanza del non saltare i pasti principali durante l’estate, nonostante il caldo contribuisca a diminuire i livelli di sensazione della fame. Tale sensazione è tuttavia illusoria, in quanto trasmette l’idea malsana di non aver bisogno di nutrirsi. 

Il digiuno autonomo è da evitare assolutamente, pena l’insorgere di disturbi e patologie già citate all’inizio. 

L’estate è, forse, la stagione più attesa dell’anno. Occupando un posto di rilievo nell’immaginario sociale, per via delle sue belle giornate di sole, l’opportunità di godersi momenti di relax al mare e in compagnia, così come la prospettiva di concedersi un periodo di vacanza, il periodo estivo merita di essere vissuto in tutto il suo splendore. 

Il nostro consiglio sarà di provare a volerti bene, ascoltando il tuo medico e adottando un’alimentazione consona alle esigenze del periodo, per vivere un’estate in linea con le tue aspettative. 

Ultimi post

Tags: Magazine

Potrebbe interessanti anche…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.

Menu

Gentile Utente, ti avvisiamo che il nostro sito utilizza, oltre a cookie tecnici, anche cookie di profilazione propri e di terze parti. Ti preghiamo di leggere attentamente la nostra informativa estesa, ove ti forniamo indicazioni sull’uso dei cookie e ti viene data la possibilità di negare il consenso alla loro installazione ovvero di scegliere quali specifici cookie autorizzare. Per maggiori informazioni consulta la nostra cookie policy.