Allenamento, riposo e alimentazione: come tornare in forma

Tags: Magazine

Ecco perché la strada del benessere passa solamente da queste tre strade

Tutti vorremmo stare in forma, smaltire gli eccessi delle ultime feste e iniziare il nuovo anno con energia e con l’obiettivo di migliorare il proprio fisico. Eppure tutto l’entusiasmo dei buoni propositi rischia spesso di naufragare in una quotidianità che riesce a essere sempre più forte e asfissiante. Scopriamo come tornare in forma rapidamente strutturando al meglio la propria giornata.

La piramide dei risultati per raggiungere la forma fisica

In ambito sportivo è nota come la piramide dei massimi risultati ed è quella composta dall’allenamento, il riposo e l’alimentazione. Ciascuna di queste componenti non solo è fondamentale, ma è indispensabile e necessaria; non ce n’è una più importante delle altre, ma sono tutte e tre imprescindibili. Qualsiasi percorso si voglia seguire per tornare in forma questa è la strada da seguire e l’unica in grado di dare risultati soddisfacenti e permanenti.

L’importanza dell’allenamento

Questo è forse l’aspetto più scontato ed evidente, anche se spesso si corre il rischio di esasperarlo oltre il dovuto. Allenarsi fa bene, farlo sempre e con regolarità è una scelta di vita straordinaria per tutte le età. Bambini, adulti e anziani trovano nello sport e nell’esercizio fisico la migliore espressione della loro forma fisica. L’essere umano è un animale in movimento, se la maggior parte del suo tempo la passa seduto (in macchina o in ufficio) c’è qualcosa che non va. Se questo aspetto è, per una serie di motivi, non modificabile è però necessario introdurre nella propria routine quotidiana un allenamento capace di colmare le lacune di uno stile di vita eccessivamente sedentario e con una postura scorretta. Lo sport per tornare in forma non va inteso solo come allenamento muscolare o di resistenza per questo o quel distretto del corpo, ma anche e soprattutto come approccio generale alla propria forma fisica e alla qualità della propria vita. Allenarsi è soprattutto questo, con tutti i benefici fisici, mentali e sociali che ben conosciamo.

L’importanza del riposo

Se parlare di allenamento è probabilmente scontato lo è molto meno per il riposo. Questo va inteso in due forme differenti ma che sono due facce della stessa medaglia. Il primo è quello del recupero fisico post allenamento. Non ci si allena sempre al massimo tutti i giorni in continuazione, si rischierebbe di creare più danni ed effetti collaterali (sindrome da sovrallenamento, traumi, infortuni, eccetera) dei benefici perseguiti. Ma c’è anche da valutare e considerare il riposo come dimensione vitale di ogni essere umano. A ben pensarci ogni persona ha bisogno di dormire e trascorre una parte importante del tempo di una giornata nel proprio letto. Ed è ben noto come dalla qualità del sonno dipenda anche la propria salute, il proprio umore, le proprie energie e più in generale la qualità della propria vita. Il riposo, quindi, è un aspetto vitale, non solo proprio come sonno notturno, ma anche come rilassamento e divertimento. Non è sano impostare la propria vita passando da un impegno all’altro come fossimo macchine che devono elaborare compiti e produrre risultati. In questo senso il riposo e lo svago sono indispensabili tanto quanto l’allenamento per vivere bene e meglio le proprie giornate e ciò che compone la propria vita.

L’importanza dell’alimentazione

Quanto detto per l’allenamento e il riposo vale ovviamente anche per l’alimentazione. Questa è determinante sia per un buon allenamento che per uno stile di vita sano. Troppo spesso si pensa all’alimentazione corretta come a un insieme di rinunce e di scelte poco piacevoli, come se si fosse costretti a mangiare poco e pasti privi di gusto. In realtà in generale ogni regime alimentare sano non è quello impostato sulla rinuncia, ma quello basato sulla conoscenza del proprio corpo e delle sue esigenze e orientato a prendersene cura. Anzi, i cosiddetti eccessi, quei piatti che amiamo di più, non sono sempre da bandire, ma da inserire in un piano alimentare più completo e articolato. Sarebbe come pensare che un bambino possa alimentarsi con sole merendine. Queste possono starci, ma al pari di tutti gli altri alimenti (specialmente quelli più sani). E poi l’alimentazione non solo migliora le capacità e le potenzialità del corpo ottimizzando l’allenamento, ma un buon allenamento consente di mangiare di più e qualsiasi cosa, in quanto si ha poi una maggiore capacità di digerirlo, assimilarlo e smaltirlo. Quella della piramide dei risultati è un circolo virtuoso che tutti dovremmo seguire per iniziare o tornare a vivere bene e percorrere ogni giorno la strada della felicità e della serenità.

Ultimi post

Tags: Magazine

Potrebbe interessanti anche…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.

Menu

Gentile Utente, ti avvisiamo che il nostro sito utilizza, oltre a cookie tecnici, anche cookie di profilazione propri e di terze parti. Ti preghiamo di leggere attentamente la nostra informativa estesa, ove ti forniamo indicazioni sull’uso dei cookie e ti viene data la possibilità di negare il consenso alla loro installazione ovvero di scegliere quali specifici cookie autorizzare. Per maggiori informazioni consulta la nostra cookie policy.