fitness 30 anni

Come cambia il fitness a 30 anni

Tags: Magazine

30 anni sono una tappa per te stessa e per il tuo corpo che si ritrova in una fase ormonale e di prestanza fisica ottimale: ecco perché è necessario non farsi fagocitare dalla vita sedentaria e dai mille impegni che tendono ad assorbirci in questa fase della vita. Lavoro, carriera, casa, sono l’ABC della sedentarietà e si affacciano di frequente proprio allo scoccare degli enta.

Mentre quindi il nostro fisico è ancora al massimo delle potenzialità e potremmo raggiungere la forma fisica ideale, l’improvvisa presa d’atto delle mille responsabilità ci spinge a rimandare o a volte ad eliminare il fitness dalla nostra vita. Il risultato è, da un lato, che sprechiamo un periodo della nostra vita in cui potremmo fare il pieno di benessere e rimettersi al top, perché siamo al massimo della nostra capacità fisica, dall’altro che ci fermiamo proprio quando dovremmo combattere la sedentarietà e rallentamento del metabolismo.

Cosa cambia nel fisico di un/a trentenne

Sì perché se è vero che la forza e la prestanza sono ancora elevati a 30 anni, è altrettanto vero che cominciano alcuni cambiamenti come:

  • rallentamento del metabolismo, che brucia più lentamente le calorie;
  • riduzione del metabolismo basale che fa sì che il peso aumenti più facilmente;
  • cambiamenti ormonali che vanno ad incidere sull’ aumento di massa grassa.
    Se a questo aggiungiamo il tempo libero sempre più scarso, ne deriva che sia necessario pianificare la tipologia di allenamento in modo da adattarla ai cambiamenti biologici e sociali.

Allenamento fitness per gli over 30 enni

Interval training: se hai poco tempo ma devi velocizzare il metabolismo per trasformarlo in una macchina da corsa allora l’Interval training è ciò che fa per te. Brucerai moltissime calorie in minor tempo e grazie all’attivazione del processo EPOC, continuerai a bruciare calorie anche dopo l’allenamento. L’Interval training è un allenamento che prevede di alternare a 30 secondi di workout ad alta intensità, 30 secondi di recupero e ripeterlo per 8 volte.

Sala pesi: l’obiettivo è sempre velocizzare il metabolismo, un processo che si ottiene sviluppando più massa magra a scapito di quella grassa. L’unico modo per farlo è sviluppare la massa muscolare per fare in modo che il corpo bruci anche a riposo. Ovviamente la migliore strategia è l’attività anaerobica ovvero i pesi in palestra. Prendi questa abitudine e scongiurerai l’effetto “flaccido” tanto temuto.

Allenamento cardiovascolare

Una o due volte alla settimana aggiungi un po’ di corsa o di bici, insomma allenamento cardiovascolare: ti servirà da regolatore del peso in quanto con 50 minuti di corsa o un’ora e mezza di bici o di camminata in salita brucerai le calorie in eccesso che un metabolismo non più da teenager non riesce a smaltire, se non senza un piccolo aiutino.

Yoga

Dopo aver pensato alla salute del cuore con l’allenamento cardiovascolare e alla massa muscolare con l’Interval training resta di pensare al benessere psico-fisico, come? Con lo yoga: un’attività in realtà completa da privilegiare se senti lo stress da lavoro e se i trent’anni ti hanno portato troppe responsabilità di carriera che portano ad infrangere l’armonia corpo-mente. Lo yoga è anche un allenamento che definisce tutti i muscoli e aumenta la flessibilità.

Ultimi post

Tags: Magazine

Potrebbe interessanti anche…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.

Menu

Gentile Utente, ti avvisiamo che il nostro sito utilizza, oltre a cookie tecnici, anche cookie di profilazione propri e di terze parti. Ti preghiamo di leggere attentamente la nostra informativa estesa, ove ti forniamo indicazioni sull’uso dei cookie e ti viene data la possibilità di negare il consenso alla loro installazione ovvero di scegliere quali specifici cookie autorizzare. Per maggiori informazioni consulta la nostra cookie policy.