carboidrati peso

Davvero i carboidrati sono responsabili dell’aumento di peso?

Tags: Magazine

In estate si sa si prediligono insalate e verdure di vario tipo ma prima di eliminare i carboidrati dalla nostra dieta pensando di giovare alla nostra linea, ricordiamoci che i carboidrati sono dei macronutrienti e, come tali, indispensabili alla nostra crescita e alle normali attività quotidiane. D’altro canto, i carboidrati non sono l’unica causa del grasso sulla pancia ma, se ne mangi in eccesso, contribuiscono sicuramente ad accumularlo.

Qualsiasi tipo di macronutriente (carboidrati, proteine e grassi) assunto in eccesso, aumenterà il tuo peso.

Tuttavia, se stai cercando di perdere o prevenire l’aumento di peso i carboidrati diventano particolarmente rischiosi, non in sé stessi, ma per il modo in cui vengono digeriti. I carboidrati vengono scomposti in glucosio, che può essere usato come fonte di energia dalle nostre cellule, tessuti e organi. Se consumato in eccesso, il glucosio viene immagazzinato sottoforma di glicogeno nel fegato che può essere riconvertito in glucosio e utilizzato per darti energia quando l’organismo si ritrova “a secco” di zuccheri.

Il vero problema inizia quando anche le tue riserve di glicogeno sono al massimo della capacità.

Quando mangiamo carboidrati, infatti, i livelli di insulina aumentano. L’insulina è incaricata di portare il glucosio dal sangue in aree del corpo che hanno bisogno di energia, ma è anche un ormone che immagazzina grasso. Se si mangiano troppi carboidrati e non ci sono zone del corpo che hanno bisogno di energia, perché non la stiamo bruciando o perchè ne abbiamo accumulata troppo sottoforma di carboidrati appunto, il glucosio non ha nessun posto dove andare e verrà invece immagazzinato come grasso.

Come mangiare carboidrati senza aumentare di peso

Ci sono due tipi di carboidrati: carboidrati semplici (che si trovano in gran parte negli alimenti trasformati), che sono costituiti da zuccheri semplici e digeriti rapidamente dal corpo, e carboidrati complessi, che sono ricchi di fibre e digeriti più lentamente. I carboidrati complessi ti fanno sentire più pieno più a lungo, ma mantengono anche i livelli di insulina stabili, cosa che incoraggia la combustione di energia e previene l’accumulo di grasso.

Mangiare carboidrati più complessi, specialmente le verdure quali broccoli, cavoli, cavolfiori e cavoletti di Bruxelles, può anche aiutarti a perdere peso.

All’inizio di una dieta, potrebbe essere necessario monitorare l’assunzione totale di carboidrati, compresi i cereali e i frutti zuccherini, al fine di ridurre la quantità di insulina nel corpo. Ciò significa fare una dieta a basso contenuto di carboidrati (questo piano alimentare può aiutarti all’inizio) finché è necessario passare ad una fase di mantenimento del peso, quando potrai aggiungere carboidrati più complessi, come i cereali integrali, al tuo piatto.

Ultimi post

Tags: Magazine

Potrebbe interessanti anche…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.

Menu

Gentile Utente, ti avvisiamo che il nostro sito utilizza, oltre a cookie tecnici, anche cookie di profilazione propri e di terze parti. Ti preghiamo di leggere attentamente la nostra informativa estesa, ove ti forniamo indicazioni sull’uso dei cookie e ti viene data la possibilità di negare il consenso alla loro installazione ovvero di scegliere quali specifici cookie autorizzare. Per maggiori informazioni consulta la nostra cookie policy.