rumba cuba

Esplora Cuba attraverso Afro y Rumba

Tags: Magazine

Non c’è Rumba senza Afro, non c’è ballo senza Cuba, non c’è Europa senza le sue vestigia coloniali del passato. Tutto questo mix di culture confluisce nella Rumba, il ballo sudamericano che nasce dall’incrocio tra i ritmi spagnoli e i ritmi africani. La culla di questo ballo latino-americano come sono stati definiti i balli caraibici dagli immigrati sudamericani a New York, è Cuba, una splendida isola, la Isla bonita come definita da tour operator e da noi occidentali che ne sogniamo un pellegrinaggio al sole caraibico quanto prima. Cuba è molto più di una meta di mare, sole e divertimento però, è un’isola dal sapore agro-dolce dove confluisce un passato di colonizzazione, schiavitù, liberazione e rivoluzione. E nella rumba queste asperità ci sono tutte tanto da essere stato eletto patrimonio immateriale dell’umanità dall’UNESCO. La motivazione? “La rumba a Cuba, con i suoi canti, i suoi movimenti, i suoi gesti e la sua musica, è un’espressione di autostima e resistenza” che contribuisce alla formazione dell’identità nazionale. E’ un vero e proprio simbolo dell’autentica società cubana tanto da difendere il diritto alla diversità.

Il significato della Rumba

La rumba è un ballo che nasce dopo la liberazione dalla schiavitù quando la popolazione africana si sposta dalle campagne verso gli agglomerati urbani. E’ quindi un ballo di strada che si ballava nelle periferie delle città in un contesto di miseria e di riscatto. Nella rumba originale si utilizzano come strumenti oggetti di recupero dal quotidiano come le claves, due bastoncini di legno, tamburi (una cassa/cassone vuoto), maracas (composte da zucche svuotate).

Il ballo che oggi viene insegnato nelle scuole di danza e nei centri sportivi, ha avuto diverse evoluzioni ma quello che conserva è il suo spirito sensuale e romantico allo stesso tempo, dove il contatto tra uomo donna è ricercato sempre come unione simbolica. In realtà quello che lo caratterizza è la gioiosità, la grazia e la ricchezza del ritmo come la sua universalità capace di avvicinare e far divertire le persone, al di là di sesso, età e sport praticato. E’ la magia del ballo e del suo linguaggio semplice da comunicare e balsamico, tanto da essere adatto come terapia del dolore per molte patologie come il cancro o l’Alzheimer. Inoltre il ballo, all’interno di un circolo sportivo o di una palestra ha una funzione di socializzazione e di integrazione anche per le persone più anziane.

La Rumba è poi il ballo integrativo per eccellenza perché mescola influenze dal flamenco spagnolo, la cultura africana e la cultura indiana. Il suo significato è sempre quello di danza del corteggiamento in tutte e tre le sue varianti: yambù, guaguancò, columbia.

Esplorare Cuba attraverso il ballo

Turismo danzante? Perché no, vi sono alcuni tour operator che organizzano questo tipo di viaggi dove il ballo fa da colonna sonora e da mediazione culturale durante la visita ai Paesi: il ballo da sempre, in ogni cultura, è un’espressione delle tradizioni e caratteristiche sociali come avviene da noi con la taranta, la pizzica, su ballu sardu ecc. Cuba è una delle mete più danzerecce per eccellenza perchè il ritmo pervade l’Havana come Varadero, pieni di locali, come le “Salsotecas” dove si balla la salsa cubana.

Le città coloniali, gioielli di rara bellezza, che andrebbero assolutamente visitati in quest’isola sono:  Havana, Cienfuegos, Trinidad, Camaguey, Sancti Spiritus, Remedios, Santiago de Cuba e sicuramente nella loro storia riflessa nelle persone che incontrerete riconoscerete quel mood tutto sudamericano che la Rumba incarna in pieno. Il ballo sudamericano infatti cattura quella particolare languida e quasi allegra tristezza che fa parte di un popolo colpito da mille contraddizioni: la musica e il ballo sono un modo di stare al mondo nella gioia come nel dolore, nell’ebbrezza come nella preoccupazione.

Da oggi, avrai dei buoni motivi per visitare Cuba a passo di Rumba e per ballare l’Afro y Rumba con lo spirito del posto, di gioia latino-americana!

Vieni a ballare Afro y Rumba nel tuo “Space” di benessere

 

 

Ultimi post

Tags: Magazine

Potrebbe interessanti anche…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.

Menu

Gentile Utente, ti avvisiamo che il nostro sito utilizza, oltre a cookie tecnici, anche cookie di profilazione propri e di terze parti. Ti preghiamo di leggere attentamente la nostra informativa estesa, ove ti forniamo indicazioni sull’uso dei cookie e ti viene data la possibilità di negare il consenso alla loro installazione ovvero di scegliere quali specifici cookie autorizzare. Per maggiori informazioni consulta la nostra cookie policy.