military training

Military training: la disciplina che ti modella

Tags: Magazine

Oggi il military training, ieri allenamento olimpionico: il military training ha un precursore che non è secondo a nessuno lo spartan training, un allenamento antico come il mito e come le Olimpiadi. Ve lo presentiamo in un foto – racconto come anteprima della lezione che potrete seguire qui a “Forum Space” con Silvio Gennaro.

Nell’antica Grecia, gli atleti olimpici si allenavano per sviluppare la forza utilizzando come sovraccarico quanto era a loro disposizione. Ancora oggi la più alta espressione di bellezza fisica è rappresentata dalle statue greche, che sono state scolpite utilizzando come modelli gli atleti olimpici.

Gli atleti greci si distinguevano, oltre che per le loro imponenti masse muscolari e la bassissima percentuale di grasso corporeo, soprattutto per la potenza muscolare, che si sposava con un’incredibile agilità ed una rimarchevole grazia nei movimenti e bellezza delle forme fisiche.

Agli antichi greci dobbiamo il principio secondo cui, per accrescere la propria forza, sia necessario manipolare il sovraccarico, incrementandolo progressivamente.

L’allenamento spartano è, in primis, un allenamento basato su esercizi a corpo libero in cui non è richiesta alcun tipo di attrezzatura specifica, ma con le moderne metodiche il tutto viene completato attraverso l’ausilio di bilancieri, manubri, sbarre, palle mediche, TRX e kettelbells.
Si ispira al military fitness e prevede un allenamento molto intenso che modella il fisico agendo su muscolatura e metabolismo.
Il punto di forza? Definisce, “asciuga”, tonifica e agisce da antistress

Non a caso si tratta di un sistema ampiamente utilizzato da diversi reparti militari tra i quali i Navy Seal.

Il suo nome evoca allenamenti audaci, forza muscolare, resistenza e perseveranza. Di fatto lo “Spartan Training” non è una vera e propria disciplina sportiva ma un tipo di allenamento a circuito che richiama lo stile Bootcamp, l’addestramento dei marines e in generale dei corpi speciali. Un “military fitness” nato con l’obiettivo di modellare fisico e mente dei futuri militari ma che anche in palestra può diventare un’attività completa, tonificante, antistress e ad alto consumo calorico.

military training

È un tipo di corso proposto attualmente da diverse palestre e rivolto in genere a persone con una preparazione fisica avanzata. Dipende tuttavia dall’istruttore riuscire a programmare un allenamento di qualunque livello, sebbene l’ideale sarebbe avere un gruppo abbastanza omogeneo, considerato che l’attività in team dà più stimoli rispetto a quella condotta singolarmente.

Com’è strutturata una lezione?

Questo tipo di allenamento non si concentra su parti esclusive, ma interessa tutto il fisico. Si compone di esercizi misti, sia a corpo libero sia con l’uso di attrezzi, il cui obiettivo è di agire sulla forza muscolare e sul miglioramento della composizione corporea. Prevede, in genere, 10/15 di riscaldamento dinamico, esercizi a circuito con sovraccarichi, condizionamento aerobico a intervalli per lavorare sul metabolismo.

A chi è adatto?

Indistintamente a uomini e donne che vogliono potenziare il proprio allenamento e trovare al tempo stesso un’attività che faccia da contraltare a una vita troppo sedentaria e spossante».
Non sono necessari pre requisiti,è un sistema scalabile e adattabile a qualsiasi livello di preparazione.

Quali benefici può apportare?

Migliora la composizione corporea aumentando il muscolo e riducendo il grasso. In più, grazie alla sua intensità, Lo Spartan Training è perfetto proprio come antistress. Basta eseguirlo con costanza in media tre ore alla settimana.

Fai anche tu della palestra il tuo military camp

Ultimi post

Tags: Magazine

Potrebbe interessanti anche…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.

Menu

Gentile Utente, ti avvisiamo che il nostro sito utilizza, oltre a cookie tecnici, anche cookie di profilazione propri e di terze parti. Ti preghiamo di leggere attentamente la nostra informativa estesa, ove ti forniamo indicazioni sull’uso dei cookie e ti viene data la possibilità di negare il consenso alla loro installazione ovvero di scegliere quali specifici cookie autorizzare. Per maggiori informazioni consulta la nostra cookie policy.