taekwondo bambini

Taekwondo, cos’è e perchè praticarlo

Tags: Magazine

Una disciplina orientale affascinante ma anche sport olimpico riconosciuto dal CONI nel 2000, il taekwondo è l’arte marziale più praticata al mondo con suoi 70 milioni circa di praticanti. Forse non sai che ogni anno sono 380.000 i bambini che partecipano al test di cintura ed iniziano un percorso fatto di tante gratificazioni.

Che cos’è e come si pratica il taekwondo

Il taekwondo si caratterizza per l’uso prevalente dei calci, e quindi delle gambe, per simulare i colpi al posto dei pugni, e quindi delle mani, utilizzate in altre discipline di combattimento. Questo spettacolare sport risale addirittura al 50 a.C.: come tecnica di combattimento antichissima si afferma in Corea e, in origine, si chiamava Tae Kyon “combattimento con le gambe”, e veniva utilizzata per combattere i nemici del regno.

Si pratica su un tatami, un tappetino di gomma, scalzi o, quando si diventa professionisti, con delle particolari scarpette, e i colpi validi nel combattimento di coppia sono quelli che si sferrano all’altezza del volto e del tronco.

Il Taekwondo si distingue in particolare per l’efficacia, il dinamismo e la spettacolarità delle sue tecniche di gamba (calci circolari ed in volo, calci multipli). Allena la forza, la flessibilità, la coordinazione, l’equilibrio ed i suoi benefici per i più piccoli sono tanti, sia sul piano dello sviluppo fisico, sia sul piano mentale ed intellettivo.

Benefici per i bambini che praticano taekwondo

Perché sono così tanti i bambini che praticano questa bellissima antica lotta? Di certo lo scopo non è solo lo sparring, il combattimento, che rappresenta l’ultimo step culminante di un percorso che, soprattutto se comincia a 4 anni, esercita prima la mobilità, l’equilibrio e la postura dei bambini con capriole, salti, slanci e altri passi basilari.

Solo a partire dai 6 anni comincia l’attività sportiva con tornei e attività mirate mentre l’attività agonistica comincia a 10 anni.

Il taekwondo ha il vantaggio di essere uno sport completo che, allenando tutto il corpo in agilità, esplosività e forza, aumenta la massa magra prevenendo l’obesità. Ha inoltre il vantaggio di appassionare i bambini in figure (forme) ideali di combattimento sempre più complesse, varie e spettacolari e quindi, da un lato non annoia, dall’altro incoraggia a fare sempre meglio.

Da questo ne deriva un beneficio unico del taekwondo che è l’allenamento della capacità di concentrazione che genera potenziali miglioramenti anche negli studi scolastici. Oltre a sviluppare le capacità intellettive il taekwondo insegna anche a controllare l’aggressività e a gestire le frustrazioni del bambino perché insegna ad accettare le sconfitte con un profondo rispetto dell’avversario.

Ed infine i bambini possono muoversi, spaziare e divertirsi, senza incorrere in più rischi di infortuni di quelli di altri sport. Ai genitori che sono preoccupati del combattimento, infatti, va detto che il taekwondo prevede l’uso di protezioni: casco, corpetto, paradenti, guantoni, parapiedi, parastinchi.

Con l’inizio della stagione sportiva perché non far provare a tuo figlio/figlia questo sport divertente, leale e molto coinvolgente?

Contatta la segreteria o vienici a trovare per conoscere giorni e orari.

Ultimi post

Tags: Magazine

Potrebbe interessanti anche…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.

Menu

Gentile Utente, ti avvisiamo che il nostro sito utilizza, oltre a cookie tecnici, anche cookie di profilazione propri e di terze parti. Ti preghiamo di leggere attentamente la nostra informativa estesa, ove ti forniamo indicazioni sull’uso dei cookie e ti viene data la possibilità di negare il consenso alla loro installazione ovvero di scegliere quali specifici cookie autorizzare. Per maggiori informazioni consulta la nostra cookie policy.